ATR. Perchè continua il successo del velivolo turboelica

A Pomigliano, nei giorni scorsi, Alessandro Profumo  ad di Leonardo e Christian Scherer  di ATR hanno riconosciuto: con ATR ci ritroviamo dopo trent’anni dal suo lancio un programma ancora di grande successo. 

Durante  il Seminario all’Università Federico II di Napoli su ATR quelli che hanno vissuto da protagonisti quel progetto, hanno illustrato agli studenti e ai numerosi ospiti al convegno,  i motivi e i contenuti del successo.

FOTO : https://goo.gl/69jnSu

 

ATR 1500° fusoliera

Tanti professionisti, tecnici e operai a Napoli, a Tolosa e in Puglia sul programma ATR  hanno investito  la vita professionale e tutta la loro passione, impegno e competenza per fare del velivolo uno dei più importanti successi commerciali del mercato aeronautico mondiale.

La passione e l’orgoglio dei progettisti e tecnici aeronautici napoletani è ancora vivo e rappresenta un immenso patrimonio da trasferire  alle nuove generazioni.

Un grazie da AEROPOLIS e dalle associazioni degli studenti dell’Università di Napoli Federico II a tutti gli ospiti che nel corso del seminario al Politecnico hanno voluto trasmettere quelle esperienze e emozioni vissute in quella lunga avventura professionale.

L’obiettivo dell’iniziativa era di proporre agli studenti la visibilità sui contenuti tecnici del programma, ma, si voleva trasmettere loro anche il messaggio che il successo di un progetto aeronautico è il risultato della passione, impegno, intuizioni, conoscenza ed esperienza di generazioni di tecnici.

Shapò per chi ha accolto il nostro invito: Antonino Di Blasi, Cesare Trematore, Carmine Orsi, Carmelo Latella, Luigi Cascone, Sergio Barbarito, Antonio Ferrara, Oscar Carrozzo, Giuseppe Bruno, Angelo Gentile, Paolo Ventura, Mimmo Scognamiglio,Donato Panico, Luigi Coda, Antonio Danzi, Inserra Imparato, Paolo Maronna, Onofrio Toscano, Gaetano Panariello, Antonio Nasti, Enzo Miano, Antonio Parisi, Felice Giuliano, Paolo Pagano, Francesco De Martino, Federico Merconi, Michele De Falco, Antimo Bianco, Giovanni De Nitto, Vincenzo La Palombara, Giuseppe Serpico, Enzo Serpico, Vincenzo Russo, Raffaele Pelliccia e ai tanti amici di Aeropolis che non si sono  registrati al desk ma hanno voluto esserci al nostro Seminario.

Negli intevetenti e nella testimonianza sono stati citati tanti amici e colleghi  noi ricordiamo e proponiamo:  Filippo  Bagnato Vincenzo Conticelli,Bruno Ambrosio, Massimo Pavolini, Gianni Gunetti, Bruno Ambrosio, Piero Pelagalli, Pippo Sapuppo, Giovanni Grimandi, Antonio Spisto, Paolo pagano, Nicola Marotta, Giacomo La Marca, Amodio Siesto, Vincenzo Amistà, Roberto Mannu, Fausto Cereti, Renato Bonifacio, Giovanni Mandolese, Pietro Tartigro, Antonio Paonessa, Antonio De Lucia, Achille Carbone, Alfredo Cornelio, Battista Leone, Antonio Momento, Gigetto De Martino, Pippo Sapuppo, Antonio Mattei, Arturo Calvanese, Guido Di Paolo, Alessandro Amendola e tanti altri colleghi che in diversi ruoli e responsabilità hanno tutti contribuito a mettere le ali al progetto ATR.

Un personale ricordo a Michele Fornaro, Michele Mandato, Michele ZazzaroCarmine Caporaso.