Farnborough 2018 – Theresa May inaugura l’International Airshow e propone il suo modello di cooperazione per l’industria aerospaziale europea

La premier rivendica l’orgoglio di essere Paese leader mondiale nell’Aerospazio e Difesa. 

Il Regno Unito rimarrà uno dei migliori posti al mondo per collaborazioni tra l’industria aerospaziale.

“L’industria inglese è ricca di tradizione, innovazione e talenti”, “la nostra capacità in alcune delle parti più complesse degli aeromobili – comprese le ali, i motori e i sistemi avanzati – è di prim’ordine”.
“Questa esperienza è costruita su una tradizione antica – da Farnborough, Brooklands, Bristol, Broughton, Derby, Belfast, Southampton, Yeovil, Prestwick – e lavorando a stretto contatto, il governo e l’industria hanno assicurato che siamo in prima linea nell’aviazione civile e che la nostra potenza aerea non è seconda a nessuno”.

”Aziende come Rolls Royce esportano l’80% dei loro prodotti. Parti per altri prodotti – come le ali degli Airbus – passano per diverse imprese di altri paesi prima di essere finalmente assemblati”, noi, “sappiamo anche quanto sia vitale l’ingegneria di precisione nel settore aerospaziale e che è l’armonizzazione degli standard normativi, un fattore importante per la sicurezza aerea”.

 “Al centro della nostra proposta, ha detto May, vi è la creazione di un’area di libero scambio tra UE e Regno Unito”, “il nostro Paese potrebbe rimanere parte di agenzie dell’UE come l’Agenzia europea per la sicurezza aerea che è fondamentale per l’industria aerospaziale”. “Perché il Regno Unito è stato un fattore chiave di competenza per questi agenzie, quello che stiamo proponendo è una soluzione che rispetta il risultato del referendum e propone ciò che è meglio per gli inglesi, per una nostra moderna strategia industriale, e cosa è meglio per le nostre ambizioni commerciali globali.

Il governo britannico, ha detto May ha pubblicato il suo Libro bianco che illustra i piani per una partnership economica e di sicurezza del Paese con l’UE: “La nostra proposta stabilisce l’accordo giusto per il Regno Unito, onorando la decisione democratica del popolo britannico, proteggendo l’integrità della nostra preziosa unione, sostenendo la crescita, mantenendo la sicurezza e salvaguardando i posti di lavoro britannici”. “Riprenderemo il controllo dei nostri confini, delle nostre leggi e dei nostri soldi. Ma lo faremo in un modo che non metta a repentaglio le supply chain integrate e i processi just-in-time da cui dipendono milioni di posti di lavoro”.

Stiamo lasciando l’Unione europea e forgiamo un nuovo futuro per il nostro paese. E così facendo, vogliamo garantire che il Regno Unito rimanga uno dei migliori posti al mondo per le aziende aerospaziali per fare affari.