Il governo vara il dpr aeroporti definita la classificazione degli scali

Individuati gli aeroporti di primario interesse nazionale
ll Consiglio dei Ministri delibera il dpr di classificazione degli aeroporti nazionali e  l’individua gli aeroporti di interesse nazionale.
Il provvedimento sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dopo  essere emanato  con decreto del Presidente della Repubblica, previo  il parere del Consiglio di Stato e dopo la registrazione della Corte dei conti, la classificazione  consentirà il sistema di sostegno del Governo e l’attuazione del programma di adeguamento del sistema aeroportuale nazionale.
aeroportoIl governo avrebbe dunque deciso di accogliere la richiesta contenuta nel parere espresso dalla commissione Lavori pubblici del Senato che individuava gli aeroporti di Roma Fiumicino insieme a Milano Malpensa e Venezia come scali  “hub nazionale”. perche “aeroporti che rivestono il ruolo di gate intercontinentali per la loro capacità di rispondere alla domanda di ampi bacini di traffico ed il loro elevato grado di connettività con le destinazioni europee ed internazionali”, si legge poi nella relazione illustrativa.

Confermati quelli che saranno i 12 scali aeroportuali “che rivestono una particolare rilevanza strategica”: per il nord ovest Milano Malpensa e Torino; per il nord est Venezia; per il centro nord Bologna, Pisa/Firenze); per il centro Italia Roma Fiumicino; per la Campania l’aeroporto di Napoli; per l’area Mediterraneo/Adriatico Bari; per la Calabria Lamezia Terme; per la Sicilia orientale Catania; per la Sicilia occidentale Palermo; per la Sardegna Cagliari.


Dunque in questo caso il governo ha deciso di non accogliere la richiesta contenuta nel parere della commissione Lavori pubblici, che chiedeva di inserire Genova tra gli aeroporti di particolare rilevanza strategica. “Dall’analisi effettuata è emerso che l’eventuale inserimento creerebbe una disomogeneità rispetto ai criteri generali adottati, risultando pertanto incoerente”, si legge nella relazione illustrativa.

La stessa relazione spiega come “gli aeroporti di particolare rilevanza strategica sono stati individuati dando priorità agli aeroporti inseriti nella rete centrale transeuropea e tra questi, innanzitutto ai gate intercontinentali Di Roma Fiumicino, Milano Malpensa e Venezia”. “Relativamente al bacino del nord ovest, oltre allo scalo di Milano Malpensa, è stato considerato di particolare rilevanza strategica anche quello di Torino – prosegue la relazione – a condizione che realizzi, in relazione alle interconnessioni ferroviarie Av/Ac tra le città di Torino e Milano, un sistema di alleanze con l’aeroporto intercontinentale di Milano Malpensa finalizzato a generare sinergie di sviluppo reciproco e dell’intero bacino del nord ovest”. Relativamente al bacino del centro-nord gli aeroporti di Pisa e Firenze sono stati considerati di rilevanza strategica “a condizione che realizzino la gestione unica”.

Lascia un commento