La Camera di Commercio di Napoli per la Legalità Ambientale

Promosso da Girolamo Pettrone, Commissario Straordinario dell’Unioncamere e della Camera di Commercio di Napoli, un accordo di cooperazione per la Legalità Ambientale.

La vertenza Tecnapoli ancora in attesa di una soluzione positiva e definitiva.

Girolamo Pettrone Commissario Camera Commercio di NapoliPartner del progetto della Camera di Commercio,   la Regione Campania, l’A.R.P.A.C., la Procura della Repubblica di Napoli, il corpo dei Carabinieri della Forestale Campania, la Città Metropolitana di Napoli.

Il progetto si pone l’obiettivo, da un lato, di attivare  sessioni d’ informazione e formazione in materia ambientale per Enti di Controllo e Forze dell’Ordine, dall’altro, di fornire    servizi telematici finalizzati a supportare i soggetti pubblici, incaricati istituzionalmente di svolgere attività ispettive o di vigilanza, nonché gli organi giurisdizionali,  nello svolgimento degli adempimenti ambientali di competenza camerale.

La sottoscrizione del documento sarà, ha dichiarato Pettrone, solo,  il punto di partenza di un progetto ambizioso per Legalità Ambientale, che sicuramente potrà essere ripreso e proposto a livello nazionale”.

Sulla vicenda di Tecnapoli, il Parco Tecnologico di Napoli e Caserta di cui la Camera di Commercio è proprietaria per la quasi totalità, i sindacati e i lavoratori sono in attesa che Girolamo Pettrone e i suoi funzionari mantengono l’impegno di trovare una  soluzioni per garantire il lavoro a tutti i dipendenti di Tecnapoli.